>>Sei nella pagina: Home Risorse informative Organizzare un'ausilioteca

Organizzare un'ausilioteca

Print  E-mail  Written by Renzo Andrich   

Portale SIVA www.portale.siva.it © Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus

Mostra ausili o appartamento di prova ?

Per le prove strumentali necessarie nella fase di valutazione occorre disporre di idonei spazi e ausili. Ovviamente nessun Centro potrà mai permettersi di avere tutti i prodotti di tutte le aziende. L'importante è dotarsi di un campionario che consenta quanto meno all'utente di farsi un'idea chiara del tipo di ausili che gli verranno proposti, e all'operatore di valutarne la potenziale appropriatezza, anche se il prodotto che poi verrà scelto potrà essere di marca e modello differente.

La scelta di quali ausili inserire nell'ausilioteca dipende in primo luogo dalla tipologia di utenza.

Le scelte logistiche dipendono invece dalla preferenza verso un'ambientazione tipo mostra ausili (che a suo favore ha una maggior flessibilità nell'organizzazione degli spazi, anche per attività didattiche o visite di gruppo) piuttosto che appartamento di prova (che a suo favore ha il realismo di un ambiente domestico e un clima di privacy che consente un'esperienza più efficace).

Sia nell'uno che nell'altro caso gli ausili andranno esposti installati e funzionanti, raggruppati per ambienti. A titolo indicativo, ecco un'elenco di possibili ambienti:

 

  • Ambiente bagno e cura della persona;
  • Ambiente cucina, alimentazione e cura della casa;
  • Ambiente soggiorno e postazioni di lavoro;
  • Ambiente camera da letto, vestiario e trasferimenti;
  • Ambiente mobilità, postura e superamento barriere;
  • Ambiente accessibilità informatica, comunicazione aumentativa e controllo ambientale;
  • Ambiente disabilità sensoriali (cecità, ipovisione, ipoacusia);
  • Ambiente hobby, sport e tempo libero;
  • Mediateca, per documentazione in visione o in distribuzione.

 

Punti da considerare

Nelle scelte logistiche

 

  • Rispetto alla tipologia di utenza, quali ambienti ci sono necessari?
  • Preferiamo un setting tipo mostra ausili (tutti gli ambienti in un unico locale o in più locali attigui), oppure tipo appartamento di prova ?
  • Come esponiamo gli ausili (armadi, scaffali...) ?
  • Come possiamo rendere l'ausilioteca accogliente, motivante e auto-esplicativa per l'utente ?
  • Lo spazio per i colloqui di valutazione ausili sono separati o integrati nell'ausilioteca ? Nel secondo caso come garantiamo comfort e privacy ?
  • Quali spazi e strumenti destiniamo alle esigenze di magazzino, manutenzione, riparazione ?
  • Quali accorgimenti prevediamo per la sicurezza (furti, vandalismi, assicurazioni...) ?

 

Nella scelta degli ausili

 

  • Facendo i conti con le risorse disponibili, quali ausili acquistiamo e quali chiediamo alle aziende in visione, comodato d'uso o donazione ?
  • Con queste aziende abbiamo un contratto scritto che prevenga conflitti di interesse e chiarisca a chi spettano trasporto e manutenzione  ?
  • Nel caso di aziende disponibili a portare l'ausilio solo su richiesta e con propri tecnici, abbiamo accordi trasparenti per evitare di condizionare l'utente alla scelta di quel modello ?

 

Nella gestione

 

  • Abbiamo chiarezza sulle procedure di ingresso e uscita del materiale e le relative responsabilità?
  • Chi provvede alla manutenzione ordinaria degli ausili (caricare batterie, gonfiare gomme ecc.), alle eventuali riparazioni e alla pulizia degli ausili e degli spazi? con quale frequenza?
Last Updated ( Thursday, 15 October 2015 18:50 )