>>Sei nella pagina: Home Concetti di base Barriere

Barriere

Print  E-mail  Written by Renzo Andrich   

Portale SIVA www.portale.siva.it © Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus

Barriere

Per barriere architettoniche si intendono gli “… Ostacoli fisici che sono fonte di disagio per la mobilità di chiunque ed in particolare di coloro che, per qualsiasi causa, hanno una capacità motoria ridotta o impedita in forma permanente o temporanea…. ostacoli che limitano o impediscono a chiunque la comoda e sicura utilizzazione di parti, attrezzature o componenti…. mancanza di accorgimenti e segnalazioni che permettono l'orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo per chiunque e in particolare per i non vedenti, per gli ipovedenti e per i sordi..." (tratto dall’art.2 DM 14 giugno 1989, n. 236)

Quando le forze fisiche decrescono o determinate capacità sono compromesse, la prima cosa che emerge con evidenza è dunque quanto l'ambiente di vita possa essere accogliente o ostile. Ossia quante facilitazioni oppure quante barriere esso frapponga alla nostra aspirazione all’autonomia. Queste barriere possono essere di tipo culturale (un clima di rifiuto anzichè di accettazione, di emarginazione anzichè di valorizzazione della diversità), ma forse più evidenti sono quelle barriere fisiche alla mobilità e alla comunicazione che usiamo chiamare – anche se il termine inizia ad apparire oggi un po’ riduttivo - barriere architettoniche.

Non dimentichiamo che barriere culturali e barriere fisiche sono in un certo modo collegate: da un lato, le barriere fisiche non sono insite in natura ma nascono nella testa del progettista di un edificio, di uno spazio, di un servizio prima ancora che nella realtà; dall’altro, una scalinata in un edificio, un’entrata separata per la porta di servizio, un elettrodomestico il cui funzionamento risulti difficile da capire per una persona anziana, un telefonino difficile da maneggiare per una persona con disabilità, non sono solo un fatto tecnico ma anche un eloquente linguaggio: dicono "questo non è per te”. Al contrario un spazio o un oggetto accessibile ed esteticamente bello, o una barriera superata con un intelligente uso di tecnologie dicono: "vieni, sei uno di noi".

Facilitatori

Questo concetto sta pian piano entrando nella cultura dei produttori di beni e servizi, anche per effetto del crescente peso sul mercato del mondo delle persone anziane, interessato a prodotti “user-friendly”, facili di usare anche da parte di chi ha difficoltà di vista, di udito, di destrezza manuale, di deambulazione ecc… E’ da prevedersi che l’effetto combinato del mercato, della crescita culturale generale, delle normative anti-discriminazione vigenti nei paesi più avanzati, dell’imposizione di standard tecnici generati proprio in quei paesi, restringerà sempre più il mercato dei prodotti “speciali” in favore di prodotti ad utenza ampliata, già pensati in maniera accessibile per più persone, o così modulari, flessibili e personalizzabili da poter venire incontro già nella loro componentistica standard alle esigenze di persone con disabilità anche gravi. Il mercato del “normale” – si è detto in proposito – potrebbe presto superare il mercato dello “speciale”, almeno per una certa fascia di disabilità.

L' accessibilità, in altre parole l’adattamento dell'ambiente alle persone, è dunque condizione irrinunciabile per l'integrazione nella società, e nel contesto internazionale rappresenta oggi una parola d’ordine primaria nella ricerca scientifica e tecnologica. Spesso però l’accessibilità, pur essendo condizione necessaria, non è sufficiente: restano i casi in cui è la persona disabile a doversi adattare all’ambiente dotandosi di apposite tecnologie, gli ausili.

E' interessante a questo proposito la definizione di accessibilità applicata ai sistemi informatici (Legge 4/2004), che include in essa anche il concetto di compatibilità con gli ausili: "...capacità dei sistemi informatici di erogare servizi e fornire informazioni fruibili senza discriminazioni anche da parte di coloro che a causa di disabilità necessitano di tecnologie assistive o configurazioni particolari..."

Last Updated ( Wednesday, 28 October 2015 08:59 )