>>Sei nella pagina: Home Individuare gli ausili L'ausilio: una scelta importante

L'ausilio: una scelta importante

Print  E-mail  Written by Renzo Andrich   

Portale SIVA www.portale.siva.it © Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus

L'ausilio ben scelto: un facilitatore per la vita

Il Portale SIVA - assieme al Portale EASTIN che allarga l'informazione sugli ausili all'intera Europa e a mille altre risorse Internet - è un prezioso strumento per conoscere gli ausili disponibili sul mercato, primo passo per ragionare sulla possibilità di risolvere un problema di autonomia con qualche accorgimento tecnico: uno specifico ausilio, un insieme di più ausili, un'adattamento o una ristrutturazione della propria abitazione, del luogo di studio, del posto di lavoro ecc.

Tuttavia, individuare la soluzione più adeguata al proprio specifico problema non è cosa semplice: prima di addentrarsi nella ricerca occorre possedere già qualche idea chiara sugli obiettivi che si vogliono raggiungere, su quanto si è disposti a mettersi in gioco per raggiungerli (a livello personale, familiare, economico ecc..), su chi consultare per un supporto professionale competente nella scelta.

Un ausilio scelto in modo frettoloso o per "sentito dire", personalizzato in modo approssimativo, acquisito senza un adeguato addestramento all'uso, non supportato da un servizio di manutenzione all'altezza della sua tecnologia, può creare problemi più che risolverli: ad esempio, problemi medici (es. danni fisici conseguenti a posture scorrette), ergonomici (es. lentezza o fatica nell'utilizzarlo), relazionali (difficoltà di accettazione da parte dei familiari o dei propri assistenti personali), ambientali (es. incompatibilità con gli spazi di casa, di scuola, di lavoro).

Al contrario, un ausilio ben scelto sarà percepito come utile, funzionale, pratico, comodo, bello: non stigma di disabilità, ma strumento di autonomia; non barriera che separa, ma facilitatore che unisce.

Ecco alcune domande, certamente non esaustive, che è opportuno porsi nella scelta di un ausilio.

Dal punto di vista dell'utente

  • Qual è il problema che intendo risolvere?
  • Ho già un'idea di come questo problema potrebbe essere risolto in modo efficace?
  • Sarà sufficiente uno strumento o un intervento tecnico, oppure occorrerà anche qualcos'altro?
  • Conosco centri o professionisti esperti che potranno aiutarmi a trovare la soluzione giusta?
  • Conosco le agevolazioni economiche previste dalla legge per l'ottenimento degli ausili, e le procedure da seguire?
  • Ho idee chiare su come valutare la qualità e l'efficacia dell'ausilio che mi verrà fornito?
  • Quali condizioni di vendita, garanzia e assistenza negozierò con l'Azienda che mi fornirà l'ausilio?

Dal punto di vista dell'operatore della riabilitazione

  • Quali sono esattamente i problemi da risolvere?
  • Oltre all'utente diretto (la persona con disabilità), ci sono altre persone significativamente coinvolte (es. familiari, assistenti, operatori, insegnanti, colleghi)?
  • Nel caso ci siano altre persone coinvolte, come posso tenere conto delle varie esigenze e punti di vista ?
  • Come affronto il colloquio iniziale? Se ci sono più persone coinvolte nel problema, è meglio un unico colloquio tutti assieme, oppure colloqui separati?
  • Rispetto al problema posto, dispongo di tutte le competenze necessarie, oppure occorre aggregare un'équipe con più competenze?
  • Con che metodo e strumenti svolgo le analisi cliniche e funzionali necessarie per la scelta dell'ausilio?
  • Con che metodo e strumenti svolgo le analisi socio-educative necessarie per la scelta dell'ausilio, ove l’intervento si collochi in un contesto scolastico?
  • Con che metodo e con che strumenti analizzo il contesto fisico e organizzativo ove l'ausilio verrà utilizzato (casa, scuola, posto di lavoro..)?
  • Quali prove pratiche con ausili sono necessarie per arrivare ad una scelta adeguatamente ponderata?
  • Nel mio centro dispongo già degli ausili necessari per le prove pratiche ? Se non li ho, come faccio a procurarmeli?
  • Se devo ricorrere a delle aziende fornitrici, ci sono accordi chiari e trasparenti, per evitare possibili incomprensioni (sospetti di connivenze, forzature nei confronti dell'utente a scegliere l'azienda che ha fornito gli ausili per le prove, aspettative da parte dell'azienda di riscontri economici non concordati)?
  • Se in sede di prova pratica l'ausilio necessita di essere regolato o configurato, ne ho le competenze? Se non le ho, posso ricorrere a tecnici specializzati?
  • Dispongo di informazioni adeguate per selezionare in modo obiettivo gli ausili più appropriati al caso, tra quelli disponibili sul mercato?
  • Quali altre informazioni dovrò fornire all'utente affinché questi sia in grado di fare una scelta informata e responsabile (istruzioni operative, procedure, facilitazioni economiche ecc...)?
  • Sono in grado di predisporre la documentazione per eventuali richieste di contributi o sovvenzioni?
  • Quale percorso di training sarà necessario per l'utente e per le eventuali altre persone coinvolte nel momento in cui arriverà l'ausilio scelto?
  • Come comunico all'utente le soluzioni proposte? Come mi assicuro che ciò che io comunico sia effettivamente compreso?
  • Sono disposto a tenere conto del punto di vista dell'utente e delle eventuali altre persone coinvolte, in modo da pervenire il più possibile ad una soluzione condivisa?
  • Sono in grado di gestire costruttivamente eventuali conflitti tra i vari punti di vista, in modo da  far maturare una visione più ampia del problema e delle possibili soluzioni?
  • Come verifico che il mio lavoro di valutazione ausili sia per l'utente momento di empowerment (crescita della capacità di affrontare il problema esaminato, di effettuare scelte, di prendere decisioni)?
  • Come documentare il lavoro fatto in una relazione utile, completa e comprensibile? Come archiviarla e collegarla al sistema documentale del mio Centro?

Dal punto di vista dell'azienda fornitrice

  • Ho perfettamente compreso il problema posto dall'utente?
  • Se l'ausilio deve rispondere ad una prescrizione medica, questa è sufficientemente chiara e completa per consentirmi di fornire o confezionare l'ausilio appropriato?
  • Ho dei dubbi o perplessità su quanto scritto nella prescrizione? in tal caso, so come contattare il medico prescrittore per chiarirli?
  • Ho fornito all'utente informazioni precise, chiare e comprensibili sugli eventuali costi a suo carico, sul tempo di fornitura, sulle prove necessarie per la personalizzazione, sulle condizioni di garanzia?
  • Ho fornito all'utente adeguate istruzioni tecniche sul corretto uso e sulla corretta manutenzione?
  • Mi sono assicurato che esse siano state comprese?
  • Ho fornito all'utente indicazioni comprensibili su come fare nel caso in cui l'ausilio necessiti di riparazioni, con relativi costi e tempi?
  • Nel caso la mia azienda non sia attrezzata per un efficiente servizio di riparazione, a chi indirizzo l'utente?
  • Sono attrezzato per verificare la qualità effettiva "sul campo" degli ausili che fornisco, e la soddisfazione dei miei clienti?
  • Ho fornito all'utente indicazioni chiare su chi contattare nella mia azienda in caso di problemi?
Last Updated ( Thursday, 15 October 2015 17:10 )